Recensione a cura di Gianfranco Longo, docente universitario e poeta

Sono rimasto entusiasta dalla lettura del romanzo di Stefania Meneghella, Silenzi messaggeri, Edizioni Albatros, Roma 2016, pp. 1-165, romanzo di esordio, e  data la giovane età dell’autrice, di certo si prospetta un talento molto forte: scrivere un romanzo a piani così intervallati e incastrati, districando poi una storia complessa eppure semplice nella sua dolcezza e sofferenza, è davvero notevole.

 La descrizione dei personaggi non è mai banale, né “descrittiva” eppure vengono raffigurati benissimo perché è lo stesso lettore a farsene un’idea mai forzata dall’autore. La ripetizione di alcune frasi, al plurale a p. 32 (“nessuno l’aveva capito, nessuno li aveva capiti”), poi al singolare a p. 48 e 58 riferita a Jamie, insieme a “Il mondo è fatto di attimi. Il silenzio è fatto di attimi”, o ad inizi di capitoli uguali come il 17 e 18, non sono affatto pesanti ma danno alla struttura nell’insieme un ritmo proprio musicale che si avvale di questi passaggi. Bellissimi pure sono i momenti diaristici e molto complessi. Pag. 87 nel finale è stupenda, come anche l’Epilogo, in fortissimo, poiché si dà vero spazio a un finale rapsodico ed entusiasmante. In musica si scrive fff! o anche ff.

 Con questo romanzo si possono toccare corde intime, come se si suonasse una chitarra classica, oltre che un violino protagonista della vicenda. Lo stile risalta per la sua poeticità, imprimendo forte la personalità del romanzo stesso con la sua struttura così atipica, variegata e nuova. Molto toccante a p. 95: “Ma non potevano: troppo codardo l’amore; troppo codarda la vita”. Già, spesso è così con l’amore”.

Gianfranco Longo

Docente universitario e poeta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...